Costantemente in guerra

Sempre in lotta
con la mia memoria
che fa scherzi da prete
svilisce ogni mio sforzo
inganna la mia storia.

Sempre in guerra
con la mia mente
che gioca con me
come fossi un topo
fa agguati ogni istante.

Sempre in guerra
con me stesso
anche se il mio io non molla.
Ma le mie stanche giornate
son come l’eccidio di Vergarolla,

esplodono i secondi
rumoreggia la casa,
la notte, topi verdi squittiscono
mentre i gatti, paciosi,
nel lavabo dormono.

Sempre in lotta
con me stesso
rabbia e frustrazione,
ogni più piccolo dettaglio
diventa un immenso problema.

I fili s’attorcigliano
su se stessi, fanno confusione
sono il lotta con me stesso,
ogni minima sciocchezza
diventa un inutile cavo che
su se stesso s’attorciglia.

Sono sempre sotto pressione,
per paura di difettare d’attenzione,
pochi i momenti di serenità
se non quelli dedicati ai versi,
la poesia mi salverà, se non
m’ha salvato già…

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...